"...il postulato creativo della contemporanea teologia russa

è fatto di ecclesializzazione tramite la preghiera

di fedeltà apocalittica,

di ritorno ai Padri

e di un incontro paritario con l'occidente.

Tutto ciò è anche testamento del passato,

la nostra responsabilità nei suoi confronti,

l'obbligo che abbiamo di fronte ad esso. (...)

L'Ortodossia non è soltanto tradizione,

ma è un compito, che non è da ricercare, ma è dato, posto immediatamente,

è un fermento vivo,

un seme che cresce,

è la nostra missione, il nostro dovere."

G. Florovskij, da: "Vie della teologia russa".

 

Istituto di teologia ortodossa San Sergio

 

Situato a Parigi, 93 rue de Crimée, l'Istituto San Sergio è un centro accademico di fama internazionale,

che fin dall'inizio del XX secolo ha contribuito alla ricerca teologica e alla formazione superiore di sacerdoti e laici. I docenti, i laureati e gli studenti del San Sergio hanno servito attivamente la Chiesa Ortodossa e tuttora la rappresentano ad ogni livello, nella vita e nella ricerca accademica, nel dialogo interortodosso come in quello ecumenico, contribuendo così alla vita spirituale e culturale del paese e del luogo in cui vivono.

 

Storia dell'Istituto

Il 18 luglio 1924 il Metropolita Evloghij, capo spirituale degli immigrati russi a Parigi, in Francia e nell'Europa occidentale, acquistò dal governo francese una chiesa, costruita nel 1850 dal Pastore von Bodelschwing e dedicata fino ad alcuni decenni prima al culto luterano. L'acquisto dell'edificio, destinato a diventare il cuore di un seminario teologico per la formazione dei sacerdoti della nuova giurisdizione parigina, fu il risultato di una formidabile sottoscrizione che vide affluire donazioni da tutta la Francia e l'Europa. La felice coincidenza del giorno dell'acquisizione della Chiesa (18 luglio) con la festa di San Sergio di Radonez, determinò la scelta da parte di Vladyka Evloghij di porre il nuovo tempio sotto la protezione del grande santo russo del XIV secolo.

 

Mikhail Nesterov, Filosofi - Ritratto di Pavel Florenskij e Sergej Bulgakov (1917).

Galleria Tretjakov, Mosca.

(courtesy: Olga's Gallery - online art museum)

Fin dalla fondazione dell'Istituto il Metropolita Evloghij si assicurò la collaborazione di un gruppo di professori, teologi e intellettuali di primo piano, che già nel paese d'origine avevano contribuito al sorgere di un vasto movimento di rinnovamento teologico e spirituale. Tra questi, l'arciprete Sergej Bulgakov, economista marxista ritornato alla fede e alla tradizione ortodossa, autore di numerose opere teologiche, gli storici Anton Kartachev e Georgij Fedotov, i filosofi Boris Vycheslavtsev e Vasilij Zenkovsky, l'arciprete Georgij Florovsky, pioniere della neo-patristica ortodossa e del movimento ecumenico, l'archimandrita Cyprian Kern, patrologo e liturgista, l'arciprete Nikolaj Afanasieff, storico e canonista, il vescovo Kassian Bézobrazov, esegeta del Nuovo Testamento, il pioniere del movimento ecumenico Leon Zander, Pavel Evdokimov, Aleksandr Schmemann e molti altri. Tra i contemporanei ricordiamo Olivier Clément, per le numerose opere che hanno fatto conoscere ai lettori occidentali le ricchezze dell'Ortodossia. Questi teologi rendono una testimonianza immortale della scienza e del pensiero teologico sia nel mondo occidentale che negli stessi paesi ortodossi.

 

L'Istituto San Sergio oggi.

 

"L'Istituto di teologia ortodossa San Sergio, o meglio la scuola di Parigi, è una sorta di piattaforma creatrice che ha stimolato e ispirato il rinnovamento teologico, in totale fedeltà alla tradizione ortodossa russa ma anche in uno spirito di libera ricerca teologica che si è accompagnato ad un ritorno creativo alle fonti patristiche. E' bene rilevare ancora una volta la straordinaria posizione dell'Istituto in Europa occidentale, nell'alveo delle confluenze della teologia anglicana, del rinnovamento liturgico cattolico, della ricerca e della pubblicazione degli scritti dei Padri della chiesa nell'ambito della collana intitolata Sources Chrétiennes. (...) Nè vanno dimenticate le opere teologiche di Vladimir Losskij, la sua tesi magistrale su Meister Eckhart, i suoi dibattiti sul tomismo con il teologo anglicano Eric Mascall. Il ruolo di Padre Florovskij nello sviluppo della corrente neopatristica è poi oggi universalmente riconosciuto."

"Il lavoro teologico attuato a San Sergio ha beneficiato in modo decisivo degli sviluppi della scienza teologica cattolica, per il suo enorme lavoro di indagine sulle fonti liturgiche e patristiche. Ha inoltre beneficiato della ricerca nel campo dell'esegesi biblica cattolica, protestante e anglicana; tutto questo lavoro è infine culminato nei lavori di 'Fede e Costituzione' presso il Consiglio ecumenico delle chiese e alle sessioni del Concilio Vaticano II."

"Non bisogna dimenticare la ricchissima produzione letteraria ortodossa sviluppatasi in occidente intorno alle Editions du Cerf e di Bellefontaine in Francia, a Chevetogne in Belgio, alle Edizioni Dehoniane di Bologna, Città Nuova, Interlogos e Qiqaion in Italia."

"I docenti dell'Istituto hanno preso parte ai congressi di teologia ortodossa, alle conferenze e assemblee del Consiglio ecumenico delle chiese, sono stati invitati ad alcune sessioni del Concilio Vaticano II, e infine partecipano a comitati di dialogo con i cattolici e i protestanti. La loro attività e il loro prestigio in ambito teologico hanno incoraggiato il rinnovamento liturgico e patristico e la riflessione teologica al Concilio Vaticano II. Sto pensando in particolare alla nozione di ecclesiologia eucaristica sviluppata da padre Nikolaj Afanas'ev, che è ormai divenuta un principio teologico fondamentale del pensiero cristiano."

"Attualmente la ricerca teologica si colloca nell'ambito delle commissioni nazionali per il dialogo bilaterale tra cattolici e ortodossi e tra protestanti e ortodossi, e verte in particolare sui problemi dell'ecclesiologia, del primato, della collegialità e dell'uniatismo. In questo dialogo ecumenico, ortodossi e cattolici sono sempre più unanimamente persuasi dell'importanza del ritorno alla tradizione comune del primo millennio, al fine di riavviare una riflessione teologica comune e rinnovata, cercando di discernere e circoscrivere in tutta libertà esperienze comuni e divergenze, e rispondendo all'invito del Papa Giovanni Paolo II a ripensare insieme il problema del primato del vescovo di Roma in un contesto ecclesiologico globale e in una prospettiva trinitaria e pneumatologica."

"A partire dal 1968, i docenti dell'Istituto San Sergio partecipano, insieme ai colleghi della Facoltà protestante di Parigi, ai corsi dell'Istituto superiore di studi ecumenici presso l'Institut catholique di Parigi. Il preside del San Sergio si è occupato tra il 1968 e il 1990, in stretta collaborazione con il primo direttore dell'Istituto superiore di studi ecumenici, padre Le Guillou, di mantenere i rapporti tra l'Institut catholique e l'Istituto San Sergio. Attualmente, la collaborazione con l'Institut catholique si va ulteriormente intensificando nell'ambito di una convenzione bilaterale che ha portato all'istituzione di un dottorato congiunto in teologia..."

"Va inoltre segnalato lo spettacolare sviluppo di un settore assai fiorente e promettente, ossia quello della formazione teologica per corrispondenza (Ftc), alla quale sono iscritti quasi duecentocinquanta studenti l'anno di tutte le età, nazionalità e confessioni. Costoro partecipano alle sessioni di incontro e di esame, e alla fine del corso ricevono un diploma di studi teologici. Recentemente si è avuta l'apertura di alcune sedi estere della Ftc nel Belgio fiammingo e vallone, in Catalogna, e prossimamente saranno aperte delle sezioni anche in Libano e Argentina."

 

B. Bobrinskoy,

Da: "L'Ortodossia nella nuova Europa - dinamiche storiche e prospettive". Ed. Fondazione Giovanni Agnelli, 2003

 

 

Recapiti dell'Istituto:

93 rue de Crimée - 75019 PARIS

Telefono: 0033-1-.42.01.96.10
Fax: 0033-1.42.08.00.09
e-mail: saint-serge@wanadoo.fr

web: http://www.saint-serge.net/
La segreteria è aperta dal lunedì al venerdì,

dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 16:00.

 

 

TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE

 

HOME PAGE